Le Città della Romagna

Ravenna è una delle città d'arte più note della Romagna, un luogo nel quale rivivere i fasti dell'Impero bizantino di cui è stata capitale ed il suo fascino va oltre il celebrato patrimonio dei mosaici. Ben otto monumenti ravennati sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità: il Mausoleo di Gallia Placidia, il Battistero Neroniano, la Cappella Arcivescovile, la Basilica di Sant'Apollinare Nuovo, il Mausoleo di Teodorico, il Battistero degli Ariani, la Basilica di San Vitale ed infine la Basilica di Sant'Apollinare in Classe.

Oltre a questi patrimoni che attirano l'interesse dei turisti, Ravenna offre ai visitatori il Duomo ricostruito nel Settecento, la Tomba di Dante, palazzi risalenti a diverse epoche, rocche antiche, i resti delle porte e dei torrioni, musei con reperti archeologici, pinacoteche, musei dedicati alla scienza e alla storia, planetari, mostre, mercati e molte altre iniziative che rendono particolarmente piacevole un soggiorno nella città d'arte protesa verso il mare.

Forlì è ricca di chiese, fra le quali il Duomo d'origine medievale, profondamente rivisto nell'Ottocento, e l'Abbazia di San Mercuriale che si affaccia, con il suo altissimo campanile sulla bellissima Piazza Saffi, il cuore della città.

Cesena è un'altra città romagnola dal glorioso passato, in particolare per merito dei Malatesta che hanno donato la Biblioteca, la prima biblioteca civica d'Europa, la maestosa Rocca, immersa nel Parco della Rimenbranza, ed altre opere realizzate dagli artisti giunti alla corte della famiglia di Paolo, eterno innamorato di Francesca.

Rimini è una della capitali del divertimento, ma anche una città d'arte dal grande patrimonio artistico. La città dei Malatesta vanta, infatti, preziosi lasciti romani, come il Ponte di Tiberio e l'Arco di Augusto, e pregiate opere volute dalla famiglia che a lungo vi ha regnato, su tutte il Tempio che rappresenta uno dei gioielli del Rinascimento. 

 

Navigare Facile